Bruges, Ghent, Bruxelles: scopri il Belgio in 3 giorni

by Tanja

Dalla Bruges medievale all’affascinante Gand, passando per la capitale, Bruxelles, per una rapida visita al centro amministrativo dell’Unione Europea! Scopri il Belgio con il nostro itinerario di tre giorni.

Ebbene sì, se sei alla ricerca di una meta autunnale dove trascorrere il weekend, è tempo di dare un’occhiata ai voli low cost con destinazione Bruxelles! Ma i voli super economici non sono l’unica ragione per visitare il paese! Ci sono anche i waffle, i canali, le birrerie e le moules-frites, specialità belga a base di cozze e patatine fritte, delisioso!

 

GIORNO 1: Bruges

Con un volo Ryanair siamo atterrati all’aeroporto di Bruxelles Charleroi. Da qui, in 2 ore circa, un bus Flibco ci ha portati a Bruges, la piccola Venezia del nord.

Consiglio: prenota il bus in anticipo, lo pagherai solo 5 €. Se preferisci acquistarlo all’arrivo, puoi connetterti al wi-fi dell’aeroporto e comprare il biglietto sul sito ufficiale per 17€ a tratta. In alternativa, l’ufficio Flibco fuori dall’aeroporto li vende a 20-21 € (biglietto + commissione).

Con i suoi canali e l’inebriante profumo di waffle che inonda le strade del centro, Bruges è una destinazione assolutamente da non perdere. Qui, il trasporto pubblico costa 3 € a tratta e il biglietto è acquistabile direttamente sull’autobus. Tuttavia, il modo migliore per esplorare la città è camminando. Perdersi tra stradine e canali mentre si degusta del delizioso e rinomato cioccolato belga è un must! Non perdere, il centro medievale della città, Patrimonio dell’UNESCO, il Grote Markt e le sue tipiche architetture colorate. A dicembre, la piazza viene invasa dai mercatini di Natale e da una romantica pista di pattinaggio sul ghiaccio. Per ammirare il tramonto dall’alto, puoi scalare i 366 gradini del Belfry Tower, la torre campanaria da dove si gode di una spettacolare vista della città (ingresso 10€).

GIORNO 2: Ghent

Una breve tratta in treno ci ha portati da Bruges a Ghent. Durata: 30 minuti. Costo: 6.60 €

La vivace cittina universitaria di Ghent è famosa per il suo centro storico dominato dalla Cattedrale di San Bavo e dal Campanile. Da non perdere la vista del castello di Gravensteen e una passeggiata notturna tra i canali – decisamente il modo migliore per godersi la città e scoprirne la vera essenza. Un’esperienza magica!

GIORNO 3: Bruxelles

Un’altra breve tratta in treno ci ha permesso di andare da Ghent a Bruxelles. Durata: 35 minuti. Costo: 9 €

Bruxelles, capitale del Belgio nonchè sede governativa dell’Unione Europea, ha poche ma imperdibili attrazioni, visitabili anche in poche ore. A partire da Marolles, il distretto artistico. Qui si trovano gallerie, bar hipster, negozi d’epoca e piccoli ristoranti tradizionali. Continuando sulla Rue de l’Etuve ci si perde tra praline di cioccolato e invitanti waffle a 1 €. Consiglio spensierato: dopo aver provato waffle alla Nutella, con fragole, panna, banane, caramello e altro ancora, abbiamo capito che il miglior waffle non ha condimenti! Provare per credere!
Sempre in questa via si trova la (non si sa perchè) famosa statua del bambino Manneken Pis e, poco più in là, la (meritatamente) famosa Grand Place. Edifici maestosi circondano la bellissima piazza, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1998.

Indirizzi utili:

  • Pranzo alla Poissonnerie ABC, dove un bancone a forma di u si improvvisa ristorante, proprio di fronte alla pescheria! Nessun posto a sedere, solo pochi tavoli con vista sulla chiesa di Santa Caterina. Il luogo perfetto per un bicchiere di vino e  frutti di mare super freschi, cucinati al momento in pentola o sul grill proprio di fronte a te. Un vero e proprio tapas bar specializzato in frutti di mare, da provare! Poissonnerie ABC si trova a 10 minuti a piedi dalla Grand Place.
    Address: Place Sainte-Catherine 46, 1000 Bruxelles 
  • In cerca di una buona birra artigianale ci siamo imbattuti nel Cafè Bizon, un altro gioiello nascosto! Musica blues, atmosfera vivace e barman che sanno perfettamente come spillare una buona birra belga. Dì loro i tuoi gusti – rossa o bionda – e loro andranno avanti per ore a deliziarti con la migliore selezione di birre locali. Da non perdere le sessioni di Blues jamming ogni lunedì sera e i concerti acustici del mercoledì!
    Address: Rue du Pont de la Carpe 7, 1000 Bruxelles

Dove dormire in Belgio
Il Belgio è abbastanza caro come paese quindi, per il nostro weekend, abbiamo scelto delle camere Airbnb (camere doppie a partire da €30/notte).

Durata: 3 giorni
Stagione: Autunno
Kilomentri percorsi: 322
Waffles magiati: 8
Le migliori birre assaggiate: Chimay, Westmalle, Brasserie de la Senne, Straffe Hendrik, Brugse Zot

You may also like

8 comments

Rita December 6, 2017 - 11:56 am

Bellissimo post! Questo sarà il mio prossimo viaggio e i consigli che ho trovato qui li considero utilissimi! Grazie mille! 🙂

Reply
Ultimate Detours December 7, 2017 - 10:55 pm

Ciao Rita! Grazie mille, siamo felici di averti dato qualche info utile 😄 Se sei in partenza a breve dai un’occhiata al meteo! Noi siamo andati lo scorso dicembre e faceva un bel freddino.. La bellezza delle città ripaga sempre però! Buon viaggio!

Reply
Oltre le parole December 12, 2017 - 12:06 pm

Mi è piaciuto davvero molto questo itinerario! Suggerimenti utili e interessanti, grazie mille!!! 🙂

Reply
Ultimate Detours December 12, 2017 - 1:17 pm

Grazie mille! È un itinerario perfetto anche per questo periodo dell’anno! Ci sono mercatini di natale ovunque e l’atmosfera è magica! Il freddo un po’ meno 😎

Reply
Katia / Il Miraggio Blog di Viaggi Arte Storia January 4, 2018 - 10:03 am

Mai stata in Belgio ma devo dire che mi attira molto. Anche perché, quando studiavo all’università, i pittori e l’arte fiamminga mi sono piaciute molto e devo assolutamente vedere di persona!

Reply
Ultimate Detours January 13, 2018 - 10:01 am

Ciao Katia, il Belgio è molto piccolo ed è un vantaggio incredibile! In 4 giorni visiti tutto il paese, o quasi! Ti consiglio di visitarlo in primavera.. a dicembre faceva davvero mooooolto freddo!!

Reply
Alessia - UnaValigiaDiEmozioni January 13, 2018 - 5:36 pm

Quando vivevo in Olanda mi sono dedicata alla scoperta del Belgio in più puntate. Bruxelles mi é piaciuta molto, ma anche Ghent e Anversa. Purtroppo non ho visto Bruges. Bellissimo post e bellissime le fiandre 😉

Reply
Tanja January 15, 2018 - 1:48 pm

Bruges è quella che ci è piaciuta di più! Anche se Ghent non era affatto male! Cosa ne pensi di Anversa? Non ci siamo mai stati…

Reply

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.