Venezia: alla scoperta delle isole di Burano e Torcello

by Tanja

Una diversa dall’altra, uniche nella loro storia, nell’architettura e nelle tradizione, le isole della Laguna vanno scoperte individualmente con i vaporetti che partono dai pontili di Venezia o del litorale.

Oggi ti porto alla scoperta della storia e delle leggende della colorata Burano e dell’isola di Torcello.

L’isola di Burano

Burano e Torcello, laguna Venezia

 

Burano e Torcello, laguna Venezia

Famosa per i colori vivaci delle sue case, Burano è certamente l’isola più fotografata della Laguna. Ad affascinare milioni di turisti in visita ogni anno è l’arcobaleno di colori che si riflette sulle verdi acque dei canali, il campanile storto, i bellissimi merletti e i pescatori, che issano dalle loro barche il pesce appena pescato.

Visitare Burano significa perdersi tra calli, callette e ponti. Significa avventurarsi tra i canali, mentre si ripensa alle leggende che si celano dietro ai colori delle case. Si dice che siano stati i pescatori locali a scegliere le tinte vivaci per poter riconoscere la propria dimora quando, d’inverno, la nebbia avvolgeva l’isola.

Per un pranzo veloce fermati Al Fritto Misto, proprio davanti alla fermata del vaporetto. Specialità: fritto misto in stile veneziano.

Burano e Torcello, laguna Venezia

Da non perdere, la visita all’isola di Mazzorbo, raggiungibile a piedi da Burano, tramite il ponte di legno chiamato dagli abitanti Ponte Longo. Fondata nel 640 d.C., Mazzorbo fu sede di ricchi palazzi, chiese e grandi monasteri dove venivano educati i figli di nobili e patrizi veneziani. Oggi, è caratterizzata dalla presenza di grandi spazi verdi e coltivazioni.

Il tragitto che porta da Venezia a Burano dura circa 45 minuti. L’isola è raggiungibile anche da Treporti (10 minuti) e Punta Sabbioni (30 minuti).

L’isola di Torcello

Burano e Torcello, laguna Venezia

Da Burano, altri 5 minuti di navigazione portano a Torcello, l’isola che piaceva tanto a Hemingway che qui spesso trovava rifugio alla Locanda Cipriani. Arrivati a Torcello, Sara autrice di travelsandcoffee.com e carissima amica, ci ha raccontato le origini e la storia di queste isole fondate dagli abitanti di Altino, che scelsero la Laguna come rifugio per sfuggire alle invasione barbariche.

Burano e Torcello, laguna Venezia

Burano e Torcello, laguna Venezia

Oggi, ad abitare l’isola sono rimasti soltanto in dieci. Camminando lungo il rio principale, ci si immerge pian piano in un paesaggio che sembra rimasto fermo nel tempo. Tra i reperti archeologici dell’isola, la cattedrale con il mosaico bizantino del Giudizio Universale, la chiesa di Santa Fosca risalente al XI-XII secolo e il Trono di Attila. La leggenda dice che questo trono di marmo fu usato dal famoso condottiero, re degli Unni, dopo l’invasione di Torcello.

Aperitivo alla Taverna Tipica Veneziana
Fondamenta dei Borgognoni 5, 30100 Torcello
tel. +39 041 099 6428

Info sui battelli >>

You may also like

2 comments

Valentina December 17, 2017 - 2:16 pm

Bellissimo itinerario!! Con tanti spunti interessanti 🙂 🙂

Reply
Ultimate Detours January 13, 2018 - 12:32 pm

Grazie mille Valentina!

Reply

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.