Giordania e Israele. Tutto quello che devi sapere

by Tanja
Viaggio tra Giordania e Israele

Il nostro viaggio di una settimana tra Giordania e Israele ci ha portato alla scoperta di terre leggendarie e indimenticabili. L’itinerario ha avuto inizio in Giordania, un paese che offre molte suggestioni a chi ha il privilegio di visitarla. Da Petra, l’antica necropoli dei nabatei, al cielo stellato del Wadi Rum, dai teatri romani ai cammelli che camminano lenti nella sabbia del deserto. Di bellezze naturali e architettoniche in Giordania ce ne sono molte, ma il vero patrimonio di questo paese si cela nella sua gente. I giordani sono tra i popoli più gentili e accoglienti al mondo. L’ospitalità verso i viaggiatori è la colonna portante della loro cultura, dai tempi in cui le carovane di cammelli percorrevano la leggendaria Strada dei Re trasportando incenso in cambio di spezie. Il popolo giordano è stato una delle più belle sorprese di questo viaggio.

Tracciando il nostro itinerario tra Mar Morto, Petra e Wadi Rum non abbiamo saputo resistere alla vicinanza con il confine israeliano. Così abbiamo aggiunto una tappa a Gerusalemme – Yerushalayim, la città della pace in ebraico.

Itinerario di viaggio di una settimana tra Giordania e Israele

GIORNO 1: Milano – Amman – Mar Morto – Petra
GIORNO 2 Petra
GIORNO 3: Petra – Wadi Rum
GIORNO 4: Wadi Rum – Aqaba – Eilat – Gerusalemme
GIORNO 5 – 7: Gerusalemme
GIORNO 7: Tel Aviv – Milano

Per il nostro viaggio di una settimana tra Giordania e Israele abbiamo noleggiato una macchina all’aeroporto di Amman con la compagnia Thrifty con consegna ad Aquaba, da dove abbiamo passato il confine con Israele a piedi (non è possibile passare il confine con auto a noleggio).

All’aeroporto di Amman abbiamo anche comprato una SIM card, gli stand delle compagnie telefoniche si trovano nella hall principale. Abbiamo scelto Umniah e un’offerta specifica per viaggiatori che include 8 GB di internet più 2 GB extra da usare solo di sera, 15 minuti di chiamate internazionali e 5 SMS locali a 16 JOD (circa 20€).

GIORNO 1: Amman – Mar Morto – Petra

La prima tappa del nostro viaggio tra Giordania e Israele è stata il Mar Morto, dove abbiamo trascorso solo qualche ora. Non esistono “spiagge libere” e per fare il bagno bisogna accedere da uno stabilimento. Il più economico è l’Amman Beach, 25 JOD (escluso il noleggio dell’asciugamano). Galleggiare nel punto più basso del pianeta – 400 metri sotto al livello del mare – ha certamente il suo fascino, ma la concentrazione di sale è altissima e dopo pochi minuti inizia a brucia parecchio. Meglio non bagnarsi la testa e gli occhi e farsi una doccia con acqua dolce subito dopo aver fatto il bagno. Non proprio un bagno rilassante.

Il rituale benessere consiste in un bagno di 10 minuti seguito dai fanghi del Mar Morto, 3 JOD, e per finire altri 10 minuti in acqua. Dopo una breve doccia per togliere fanghi e sale dalla pelle ci siamo rimessi subito alla guida, direzione Petra.

GIORNO 2 – 3: Petra

Una delle Sette Nuove Meraviglie del Mondo nonché UNESCO Patrimonio dell’Umanità, Petra da sola vale il viaggio in Giordania. Nulla basta a prepararti alla bellezza autentica di questa antica città nabatea scavata nella roccia. Scoperta solo nel 1812, Petra è una gigantesca città-necropoli dove una volta vivevano quasi ventimila persone. Mercati, ville, teatri, un sofisticato sistema di acquedotti, obelischi e più di 500 tombe, oggi dimora dei beduini che abitano l’area del Wadi Musa. Petra è un sito archeologico immenso e comprende una faticosa salita (800 scalini) per raggiungere il Monastero (Ad-Dair), imperdibile!! Un solo giorno, dall’alba al tramonto, potrebbe essere sufficiente per vedere le facciate più iconiche, ma il nostro consiglio è di dedicarle almeno due giorni.

GIORNO 3: Petra – Wadi Rum

Dopo un ultimo sguardo al Tesoro di Petra – la sua facciata più famosa – ripartiamo e dopo un paio di ore di auto raggiungiamo il Wadi Rum e il campo beduino Wadi Rum Dream Camp dove un fuoristrada ci aspetta pronto a sfrecciare sulla sabbia rossa del deserto. Ad attenderci 4 ore immersi in questo paesaggio lunare, tra petroglifi incisi sulla pietra arenaria, canyon e formazioni rocciose scolpite dal vento.Viaggio tra Giordania e Israele

GIORNO 4: Wadi Rum – Aqaba – Eilat – Gerusalemme

Dopo una passeggiata a dorso di cammello alle prime luci del sole, ci siamo diretti verso l’ultima tappa del nostro viaggio in Giordania, Aquaba. Qui abbiamo consegnato l’auto e con un taxi (circa 12 JOD) abbiamo raggiunto il confine Wadi Araba-Aqaba Bridge. A seconda del confine scelto – ce ne sono tre – le regole sui visti e i costi possono cambiare. Viaggiando da Aqaba a Eilat (città israeliana a soli 3 km dal confine) abbiamo ottenuto un visto gratuito per Israele, l’Electronic Gate Pass. Avendo soggiornato almeno tre notti in Giordania e avendo il Jordan Pass non abbiamo pagato nessuna tassa di uscita dalla Giordania e nessuna tassa di ingresso in Israele. La tassa di uscita dalla Giordania infatti si basa sul numero di notti trascorse nel territorio:

  • 40 JOD per chi ha trascorso 1 notte
  • 10 JOD per chi ha trascorso 2 notti
  • Niente per chi trascorre 3 notti o più

È anche importante sapere che con un’auto a noleggio non è possibile passare il confine Giordania e Israele (e viceversa), ma passata la frontiera si trovano sempre taxi in attesa. Non ci sono bancomat al confine quindi è meglio arrivare lì con un po’ di contanti in entrambe le valute.


NO STAMP PLEASE, ricordatevi di dire questa frase sia all’uscita della Giordania che all’ingresso in Israele. Questo perché alcuni Stati non consentono l’ingresso a persone con il passaporto che contenga visti o timbri di determinati Paesi. Tuttavia basta chiedere di non timbrare il passaporto per non lasciare traccia ‘ufficiale’ del viaggio.


Viaggio tra Giordania e Israele

VISTO GIORDANIA E JORDAN PASS
È possibile ottenere il visto per la Giordania all’arrivo, presso gli aeroporti di Amman e di Aqaba oppure ai confini di Wadi Araba e Sheikh Hussein Bridge. Il costo è di 40 JOD. Tuttavia, acquistando il Jordan Pass si ottiene sia il visto gratuito che l’ingresso a 410 siti (inclusa Petra). Per avere diritto all’acquisto del Jordan Pass è richiesto un soggiorno di almeno tre notti nel paese. Esistono tre tipi di Jordan Pass – Jordan Wanderer, Jordan Explorer e Jordan Expert e vanno acquistati almeno quattro giorni prima di partire. Tutte le info a questo link.

GIORNO 5-7: Gerusalemme

Una volta passato il confine e raggiunta la città di Eilat, basta recarsi alla stazione degli autobus e prendere il primo in partenza per Gerusalemme. La linea degli autobus si chiama EGGED, è sicura e molto comoda. Il viaggio dura circa 4.5 ore e fa una sosta. Il biglietto è acquistabile direttamente alla stazione.

Gerusalemme richiede molto più tempo delle altre città. Va conosciuta, ma soprattutto capita. Ogni pietra che si calpesta ha una storia e un passato, spesso sofferto. In questo luogo così sacro le religioni convivono, separate da barriere invisibili. La spiritualità delle sue mura è così forte da essere percepibile anche da chi non crede. Ho sentito questa frase molte volte e non ne ho capito il vero significato fino a quando non l’ho provato sulla mia pelle. Ma vi parlerò di questa città, così magica e ultraterrena, in un altro post.


Shabbat
Shabbat è il sabato, il giorno sacro per l’ebraismo. Inizia il venerdì pomeriggio e finisce sabato al tramonto. Un giorno di riposo molto sentito in Israele, ma soprattutto nella religiosissima Gerusalemme dove tutto rimane chiuso per 24 ore. Metropolitane, autobus, musei, negozi e ristoranti. I taxi funzionano a regime ridotto. Noi abbiamo organizzato il viaggio in modo tale da arrivare in Israele domenica, dopo lo Shabbat.


Quanto ci è costato il viaggio di una settimana tra Giordania e Israele?

* i prezzi sono da considerarsi per due persone

Voli Ryanair
Andata: Milano – Amman 90 euro
Ritorno: Tel Aviv – Milano 132 euro

Trasporti
Autonoleggio Thrifty 92 euro per 4 giorni
Extra per drop-off ad Aqaba 50 euro
Egged bus 42 euro

Jordan Pass Wanderer 194 euro
(include Visto Giordania e ingresso Petra per 2 giorni)

Hotel 
Esperanza Petra 92 euro, 2 notti
Wadi Rum Dream Camp 90 euro, 1 notte
Yafo 35 Apartment 306 euro, 3 notti

ACTIVITIES
Jeep Safari Wadi Rum 86 euro, 4h.
Cammello 40 euro, 1h.

Totale per 2 persone 1.020 euro per 2 persone
Viaggio di 7 giorni tra Giordania e Israele


Hai trovato il post sul nostro viaggio di una settimana tra Giordania e Israele utile oppure vorresti avere maggiori informazioni? Lasciaci un commento qui sotto!

 

You may also like

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.