Road trip nelle Marche: alla scoperta di spiagge e borghi antichi

by Tanja

Dalle acque turchesi della Riviera del Conero ai borghi medievali circondati da paesaggi mozzafiato, Le Marche sono uno dei tesori meno conosciuti d’Italia. Esplorando la regione on the road abbiamo scoperto spiagge selvagge, grotte e bianche pareti rocciose ricoperte di pinete. Bagnata dal Mare Adriatico e attraversata dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini, la regione sorge nella parte centrale del paese. Il suo entroterra è un continuo di colline ondulate coltivate a grano, vite e ulivo. Se siete alla ricerca di un’idea per le prossime vacanze estive Le Marche vanno assolutamente prese in considerazione! Ecco il nostro itinerario di 5 giorni alla scoperta della regione.

5 giorni on the road nelle Marche: l’itinerario

 

Vacanze nelle Marche, Giorno 1:
Ancona

Vacanze Marche

 

Ancona, il capoluogo di regione, è sicuramente il punto di partenza delle vostre vacanze nelle Marche. Fondata dagli antichi Greci, la città crebbe durante l’Impero Romano grazie al suo porto. Qui l’Arco di Traiano del II Secolo veglia ancor oggi sul grande porto.

 

Vacanze Marche Ancona

Seguendo il sentiero che passa accanto all’arco si può arrivare raggiungere il punto panoramico della Lanterna Rossa. Questo faro, al tramonto si trasforma in un luogo magico. Cielo e mare si colorano di rosso. Altri scorci e punti panoramici mozzafiato sono il Duomo e i sentieri del Parco del Cardeto da dove si può ammirare il mare che abbraccia il centro storico della città. Da qui, osservando la forma di Ancona capirete perché i Greci decisero di chiamarla Ankòn, “gomito” in greco. Qui, da non perdere, è il faro vecchio.

 

Vacanze nelle Marche, Giorno 2:
Portonovo e il Parco del Conero

Vacanze Marche Parco del Conero

 

La natura incontaminata che circonda l’antico villaggio di pescatori di  Portonovo, lo rende il posto perfetto per qualche ora di relax. La spiaggia è formata da milioni di bianchi ciottoli di pietra del Cònero, perfettamente levigati dalle onde. Portonovo, un tempo preda di pirati e di navi turche, custodisce significative testimonianze storiche come la torre di Guardia eretta nel ‘700 e il Fortino napoleonico, oggi hotel.

Nel pomeriggio, vi consiglio di dedicare del tempo alla scoperta del Parco del Conero, uno dei miei luoghi preferiti. Verdeggianti pinete colonizzano pareti di roccia bianchissima che si stagliano su acque turchesi e cobalto. Una vista che lascia senza fiato!

Cosa visitare nel Parco del Conero nelle Marche

Il Passo del Lupo

Vacanze Marche Parco del Conero

Durante il nostro road trip nel Parco del Conero abbiamo scoperto due itinerari bellissimi.
Il primo è il famoso Passo del Lupo, sentiero n. 302, lungo circa 2.4 km. Arrivarci è facile, basta parcheggiare di fronte al cimitero di Sirolo e proseguire a piedi per la strada sterrata in salita che costeggia le mura. Mantieni la destra ai primi due bivi, seguendo l’indicazione ‘Belvedere Sud’ e poi ‘Passo del Lupo’. Scoprirete una splendida vista sulla Spiaggia delle Due Sorelle e sulle spiagge di Sirolo e Numana.

L’Abbadia di San Pietro al Conero

Vacanze Marche Parco del Conero

Il secondo è una breve passeggiata alla scoperta dell’Abbadia di San Pietro al Conero. Costruito nei primi anni del 1000, il monastero è stato interamente costruito in bianchissima Pietra del Conero. Nel ‘200 la chiesa fu abbellita con pilastri e capitelli raffiguranti la flora e la fauna del Monte Conero. Da non perdere!

 

Vacanze nelle Marche, Giorno 3:
Spiaggia di San Michele e dei Sassi Neri, Sirolo

Vacanze Marche Parco del Conero

Le spiagge di ghiaia di San Michele e dei Sassi Neri sono completamente immerse nel verde e nella natura incontaminata del Parco del Conero. La vista e il colore dell’acqua sono mozzafiato. Anche il centro storico di Sirolo è bellissimo e dalla terrazza della piazzetta si apprezza ancor di più il carattere unico di un paesaggio fatto di pietra e contrasti cromatici.

Come raggiungere la spiaggia di San Michele e dei Sassi Neri:

A piedi da Sirolo: Dal centro del paese si attraversa il Parco della Repubblica (accesso da Via A. Giulietti) una volta arrivati al punto panoramico, seguite il sentiero sterrato che porta alla spiaggia.

Le spiagge sono raggiungibili in auto in bassa stagione. Durante la stagione estiva un bus navetta, parte dal municipio di Sirolo mentre altre navette partono dal cimitero di Sirolo dove si trova un grande parcheggio.

 

Vacanze nelle Marche, Giorno 4:
Osimo – Filottrano

Vacanze Marche Parco del Conero

Un giorno all’insegna dell’entroterra marchigiano. Si parte da Osimo, o Auximum ai tempi dell’Impero Romano. Qui ogni scorcio e ogni edificio raccontano la storia dell’antica colonia. Conosciuta come la città dei “senza testa” a causa delle 12 statue decapitate collocate nell’atrio del Palazzo Municipale e del Santuario di San Giuseppe da Copertino. Nella cripta del santuario visibile il corpo del santo, protettore degli studenti e degli aviatori. Da non perdere anche la Fonte Magna, dove si narra che Pompeo Magno abbeverò i suoi cavalli.

Vacanze Marche Parco del Conero

Racchiuso all’interno delle mura castellane, il centro storico di Filottrano è ricco di scorci suggestivi sulle valli circostanti ed edifici che raccontano la storia della regione. Profondamente legata alle sue tradizioni, Filottrano organizza numerose feste e sagre, come la Festa della Trebbiatura a luglio, da non perdere se si vuole assaporare la vera cucina contadina. Noi siamo stati sorpresi dalla Contesa dello Stivale, che si svolge la prima domenica di agosto.
Se avete tempo extra, visitate gli antichi borghi che sorgono sulle colline. Ognuno di essi ha una storia e un fascino a se stante. Da non perdere: Montefano, Loreto, Recanati e Camerano. Lungo la strada fermatevi ad ammirare il paesaggio e le colline che vi circondano.

 

Vacanze nelle Marche, Giorno 5:
Grotte di Frasassi

Vacanze Marche Parco del Conero

©Grotte di Frasassi

 

Situate all’interno del Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa, le Grotte di Frasassi sono il più grande complesso di grotte sotterranee d’Europa e certamente uno degli spettacoli naturali più belli d’Italia. Le Grotte sono visibili con tre diversi tipi di percorso.

Il più semplice è percorso turistico dura un 1.15 h ed è adatto anche ai bambini. La temperatura all’interno delle grotte è sempre di 14°, ricordatevi di portare qualcosa per coprirvi soprattutto d’estate. Biglietto intero: 18,00 €, ridotto 14€, ragazzi 12€

Il percorso azzurro, unisce al percorso turistico una deviazione nel cuore delle Grotte. Muniti di tuta, casco e stivali affronterete una breve arrampicata e stretti cunicoli nella roccia. Il percorso dura circa 2 ore e va prenotato con anticipo. Biglietto: 40,00 €

L’opzione più avventurosa è il percorso rosso. 3 ore di itinerario tra cunicoli e passaggi stretti nella roccia. Da evitare se soffrite di claustrofobia! Biglietto: 50,00 €

Prenotazione biglietti sul sito ufficiale >>

 

Come arrivare nelle Marche

Raggiungere Le Marche è semplice. Scegliendo come destinazione Ancona, non avrete che l’imbarazzo della scelta. Numerose le compagnie aeree che raggiungono la città con voli diretti (anche Ryainair). I treni della linea ferroviaria ad alta velocità, effettuano tratte come Milano – Ancona in poco più di tre ore. Per viaggi più economici, ma decisamente più lunghi, c’è Flixbus. Mentre dalla Grecia o dalla Croazia partono numerosi traghetti, che affollano il porto della città ogni giorno.

 

Cerchi un hotel nelle Marche?

Per la nostra vacanza abbiamo scelto l’Osimo B&B di Felicia e lo consigliamo vivamente. Lo trovate su Booking.com insieme a altre 1390 strutture in tutta la regione, non c’è che da scegliere! Prenota tramite questo link e Booking.com ti regalerà 15€ di credito!

 

L’articolo ti è stato ultile?
Condividilo sui tuoi Social!

 

You may also like

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.